La nostra visione

medea

Il mondo di oggi è come un enorme calderone di Medea dove tutto viene rifuso, smembrato sperimentato, combinato e ricombinato per servire di materia a nuove forme, risorgere in una nuova giovinezza e nuovi modi di esistenza”.

Oggi, alla confusione si sono unite a livello mondiale le grandi calamità provocate dagli assurdi, pazzeschi interventi sulla natura, dall’aumento di crudeltà atroci private e internazionali, dalla sanguinaria follia del terrorismo, dalla vile competizione che colpisce alle spalle, dalla corruzione dilagante... e chi più ne ha più ne metta di obbrobri e orrori.

Forse è vero ciò che dicono venga affermato da Fulcanelli nel discusso libro “Finis gloriae mundi” (previsione che in parte è presente nel volume “Le dimore filosofali”), cioè che saremmo alla fine della gloria del mondo.

Ma l’Era dell’Acquario, come ho detto, coinvolge tutti a riprendere quei valori delle qualità femminili che, in un mondo in cui brillano ammirate l’ambizione, l’aggressività, il prepotere, sono ritenute di natura inferiore; ne cito solo alcune, come accoglienza, tenerezza, comprensione, sensibilità, spirito di servizio, oblatività, compassione, tendenza alla nutrizione spirituale: valori che sono energie preziose, ancora più preziose se riunite nello stesso crogiolo della Massoneria operativa Femminile, tanto più che altro simbolo acquariano è il lavoro - in tal caso esoterico - di gruppo.

Inoltre, la Nuova Era suggerisce l’abitudine a coltivare il pensiero positivo: chi più delle Massoni orientate alla ricerca della Luce ha questa inclinazione?

Se infatti è vero che sono donne saldamente a contatto con la concretezza, è altrettanto vero che sono portatrici di una spiritualità connaturata al loro sesso, in quanto hanno quel meraviglioso privilegio di essere un ponte fra due mondi, quello dei morti e quello dei vivi.

Informazioni

SEDE: 
 
Via del Progresso, 3
 
20125 Milano MI

Area Riservata